FABRIZIO BELLINI

BIO

Fabrizio Bellini (se questo é il suo vero nome) é la persona più giovane mai colpita da un fulmine. Sopravvisse perché il medico che l’aveva appena fatto nascere e che l’aveva appena sculacciato, assorbì gran parte dell’elettricità, carbonizzandosi all’istante.

Durante l’infanzia fu un bambino solitario, tranquillo, amante dei giocattoli e dei libri d’avventura, ma dopo la brutta ed inspiegabile caduta dalla finestra ed il conseguente trauma cranico, ebbe accesso alle memorie di una sua altra incarnazione, memorie di un santo cattolico di cui non possiamo fare il nome per motivi di copyright.

Oltre che a parlare con animali e piante, riesce a volte anche a parlare con la gente.

In armonia con certe ciclicità planetarie, subisce periodi di visionarietà, durante i quali entra in una specie di trance mistica e crea qualcosa, come una poesia, qualche pagina di prosa lasciata a metà, una foto, un robottino, un disegno, una canzone, un passo di danza, una nuova ricetta.

Braccato dai servizi segreti di mezzo mondo per via delle sue doti divinatorie e della capacità di cambiare idea, Fabrizio si rifiuta di mediare con le istituzioni, le ingiunzioni e le istanze sociali, preferendo la vita del vagabondo psichico, a basso impatto ambientale ed esentasse.

Anche se il suo fisico é ormai minato, é ancora perfettamente in grado di uscire di casa, se qualcosa lo attrae.

https://bracciarubatepg.wordpress.com

MOSTRA di SCULTURA:

“Le Muse Robotologiche” – assemblaggi con materiale di recupero e superattak”

 

 

 

Annunci